Giacominazza

Dopo il grande successo dei primi tre titoli, il 16 e il 17 gennaio al Teatro Libero di Milano quarto appuntamento con la rassegna Palco Off – Autori, attori, storie di Sicilia: in scena Giacominazza di e con Luana Rondinelli e con Melania Genna, uno spettacolo vivacissimo, divertente e commovente, con molta passione, colori, ritmo e musica.

Lo sguardo stolto della gente che ti guarda di traverso, lo sguardo “schifiato”, molesto, indagatore e punitivo nei confronti di “Giacominazza” di fronte all’omosessualità dichiarata, lo sguardo del “lontani da me” di chi come Mariannina ha tante cose da nascondere, ma le ha nascoste bene e alla gente piace cosi.  Un dialogo fra due donne, due generazioni, due modi opposti di affrontare la vita, le lega la stessa passione lo stesso modo di voler esserci a tutti i costi contro i pregiudizi inutili della gente, contro il chiacchiericcio maligno che spesso ci perseguita senza nessun motivo preciso solo perché “la gente” ha voglia di s-parlare.

Ho cercato il più possibile di lasciare spazio alla parola e alla passione interpretativa – spiega Luana Rondinelli – il dialetto siciliano ne facilita il risultato; un gioco di luci ci accompagna all’interno delle vite di due donne, Giacomina vittima dell’oppressione e delle malignità della gente cerca di scappare da una realtà che la renderebbe schiava e che le imporrebbe un determinato comportamento che la società vuole. È pronta a lasciare tutto pur di essere se stessa, ma complica le cose un’infatuazione improvvisa che potrebbe far saltare i suoi piani; da lì l’idea di andare dalla cartomante del paese, perché se la gente è così cattiva quell’amore non è altro che il frutto di un malocchio. Diversi incontri si susseguono e le due donne si ritrovano, una di fronte all’altra, a “battersi con le parole” per giustificare le loro scelte di vita. Giacomina diversa per gli altri è la persona più vera, l’astrologa costruitasi un personaggio è ormai agli occhi della gente la normalità che va rispettata, questo a volte a discapito della propria libertà”.

Come ogni spettacolo della rassegna Palco Off, Giacominazza sarà preceduto, mezz’ora prima dell’inizio, da una degustazione di prodotti tipici siciliani – offerti da Al-Cantara, Mandrarossa e Tenuta del Nanfro per i vini, Siciliano-sicilian food with love, Sicilian wine and food art e Vivà per il cibo – e dalla proiezione di brevi video testimonianze. Dopo la performance si terrà invece un incontro con le attrici.

Related posts

Leave a Comment